La prima biblioteca senza libri (cartacei)

Da  |  0 Commenti

La curiosità arriva dalla Norvegia ed è Neide Debellis su Wuz.it a darne notizia. Una biblioteca immensa, bellissima, ma senza libri. Già, senza libri cartacei. Solo eBook. Vediamo nel dettaglio il pezzo di Wuz:

Se una recente ricerca della Stavanger University (Norvegia) ha affermato che leggere un libro cartaceo permette un’assimilazione delle informazioni nettamente superiore alla lettura su un dispositivo elettronico, la Florida Polytechnic University va controcorrente e inaugura una biblioteca svuotata di qualsiasi scaffale e al cui interno si potranno leggere esclusivamente e-book.

La struttura dell’edificio, interamente bianca e sormontata da un cupolone di vetro, ha un che di futuristico, e l’ambizioso progetto non è da meno. L’ampio e luminoso open space, con i tavoli con i computer e i divanetti disseminati in tutto l’ambiente, servono ad accogliere il lettore che ha a disposizione oltre 135.000 titoli a cui attingere tramite laptop o tablet. È stato stanziato un budget iniziale di 60.000 dollari che servirà ad acquistare ulteriori e-book.

“La nostra biblioteca è interamente digitale”, ha dichiarato il direttore delle biblioteche Kathryn Miller. “I giovani potranno accedere ai libri in formato digitale attraverso i programma di prestito interbibliotecario statale”.
È il secondo caso di una biblioteca senza libri di carta – la prima è stata inaugurata a San Antonio in Texas nel 2013 – ma questo è il primo esempio di una biblioteca digitale all’interno di un college che punta molto sull’innovazione e sulla formazione degli studenti verso l’hi-tech.

Una scelta, quella della Florida Polytechnic University, certamente non immune alle polemiche: Se per Carrie Russel, analista dell’American Library Association, il libro digitale per certi versi è migliore in quanto “le persone possono trovare le informazioni più facilmente”, i numerosi affezionati alla carta rimangono invece scettici e delusi dal non poter essere più guidati da quella curiosità che fa vagare tra i corridoi e scoprire fortuitamente qualcosa di nuovo e inaspettato.



Redazione Adagio

Casa editrice digitale

Leggi