Kobo vs Kindle: scegliere il giusto eReader

Da  |  3 Comments

Dopo il lancio del Kobo Aura H2O, un eReader resistente all’acqua, la buona vecchia dicotomia Kindle vs. Kobo torna in auge. I re tra i lettori di eBook hanno schermi ai limiti della perfezione e si sfidano a colpi di novità, provocando dubbi e confusioni sulla loro scelta.

A questo proposito, vogliamo propotte un interessante ed eloquente un video (tratto da Goodereader.com) in cui si mettono in parallelo Kobo Aura H2O e il Kindle Paperwhite – attualmente i migliori dispositivi eReader in commercio. Queste le caratteristiche più notevoli messe in luce:

  1. Prima di tutto, le dimensioni: il reader Kobo è un 6,8″, il Kindle un 6″: sicuramente un valore aggiunto, da parte del primo, soprattutto per chi bada alle dimensioni dello schermo (io non sono tra costoro).
  2. La prima schermata del Kobo è più dinamica, permette l’accesso a più menu in maniera intuitiva e accattivante. Quella del Kindle Paperwhite è concentrata solo sulla libreria e lascia alla barra superiore il compito di indirizzare l’utente verso lo store e altri menu.
  3. Anche nei tools di lettura (ingrandimento caratteri, cambio font) il Kobo sembra più versatile e più ricco di opzioni e strumenti. Però attenzione: a questo punto il video rivela una funzione del Kindle davvero insuperabile e insuperata (almeno finora): selezionando una parte del testo (anche un’intera schermata), la si può tradurre in qualsiasi lingua, dal finnico al cinese.
  4. Lettura PDF: qui il Kobo inizia a perdere colpi: più lento e macchinoso del Kindle, che invece è più sensibile al touch e fa lo zoom sul testo al semplice movimento delle dita. Il Kobo da parte sua, pur con un refresh più faticoso, permette di girare la pagina del PDF direttamente dallo zoom. Da notare che il Kindle mantiene la funzione di traduzione (e le altre consuete: sottolineatura, appunti, ecc.) anche con i PDF, mentre invece il Kobo non permette di fare molto durante la lettura di testi in questo formato.
  5. Bookstore: quello del Kindle ammonta a 5 milioni di libri, il Kobo a 4, quindi la differenza non è così determinante. Entrando però nelle schede libro, Amazon fornisce molte più informazioni, dalla lunghezza del libro (cartaceo, per dare un’idea delle pagine), alle recensioni degli utenti.

I due recensori del video concludono la loro analisi con una unanime preferenza verso il Kindle Whitepaper il quale, nonostante le dimensioni minori dello schermo, si rivela imbattibile nella reading experience generale.

Le conclusioni non sono comunque così semplici. I pareri degli esperti o di chi ha provato uno, o entrambi i dispositivi rimangono discordanti. Insomma, pregi e difetti dei lettori ebook sono vari. L’unico consiglio rimane quello di informarsi bene su quale modello scegliere in base alle proprie necessità. Kindle e Kobo sono sicuramente le marche migliori.





Redazione Adagio

Casa editrice digitale

Leggi