5 ragioni per leggere i libri in formato ebook

Da  |  17 Comments

MILANO – Con l’avvento dei libri digitali e degli e-reader, il mercato editoriale è andato incontro a un’importante innovazione. Nel pubblico c’è però una frangia estremista di adoratori della carta che non sembra disposta a dare neanche una possibilità al nuovo formato digitale. Se da un lato l’amore per la carta, per il profumo, per la dimensione tattile, per l’oggetto libro è in sé pienamente condivisibile, è anche vero che un e-reader pieno zeppo di e-books offre dei vantaggi innegabili. Ecco l’elenco stilato da bustle.com delle 5 ottime ragioni per concedere ai libri digitali almeno una possibilità.

1. Quando sei in viaggio guadagni una considerevole quantità di spazio
Se ami leggere in vacanza ma non hai intenzione di sforare il limite di peso imposto sui bagagli, un e-reader è la soluzione: perché portarsi dietro una pesante – e costosa – valigia dedicata esclusivamente alle tue amate letture, se puoi tranquillamente avere a disposizione centinaia di titoli in un piccolo, pratico, comodo apparecchio tecnologico?

2. Nessuno può sapere cosa stai leggendo
Se sei appassionato di imbarazzanti romanzi rosa ma ti vergogni di farlo sapere agli altri, o magari vuoi leggere anche tu il libro sulla bocca di tutti, ma preferisci farlo in incognito, un e-reader – a differenza di una “esplicita” copertina – può mantenere il tuo segreto, celandolo nella sua invisibile memoria interna.

3. Puoi avere i vecchi libri gratuitamente
Molti classici della storia della letteratura, ormai fuori diritti, sono disponibili in download gratuito. La parola “gratis” è una delle più belle della nostra lingua, difficilmente la si batte.

4. Puoi avere il tuo libro in un baleno
Se sei alle prese con una saga particolarmente avvincente, riuscire a sopportare l’interminabile attesa che comporta il dovere uscire, andare in biblioteca o in libreria, cercare il prossimo capitolo, ritornare a casa e cominciare finalmente a divorarlo… potrebbe sembrare un’ardua impresa. Con un e-reader è sufficiente una connessione internet e un click. E puoi sapere come prosegue la storia in questo preciso istante.

5. Se hai uno smartphone, hai un libro
Una volta che hai acquistato un e-book, lo puoi leggere su una pluralità di supporti digitali: non solo e-reader, ma anche pc, tablet e smartphone. Quest’ultima possibilità si rivela particolarmente utile in caso di un’attesa improvvisa (ah sì? Il mio treno e tutti quelli successivi sono stati cancellati? Bene…) o di imperdonabili dimenticanze (Ehi, avrò mica lasciato a casa il mio e-reader!). Con l’app-app (applicazione-appropriata) il tuo telefono si può tramutare in libro in un istante, sincronizzarsi con il tuo e-reader e farti proseguire la lettura dal punto esatto in cui l’avevi interrotta.

Sono cinque caratteristiche che forse non potranno sostituire l’odore della carta o il gradevole peso del libro sulla faccia quando improvvisamente vi addormentate leggendo a letto… ma non sono affatto disprezzabili.

Fonte



adagioe
Redazione Adagio

Casa editrice digitale

Leggi
  • Guido Avidano

    Amo il contatto ed il profumo della carta ma preferisco l’originale ‘vivo’, l’albero….
    Ben vengano gli e-book

  • alexgt

    Vi siete dimenticati un altro vantaggio: gli e-book costano meno dei libri cartacei!

    • Necronomicon

      e se ci fosse un bombardamento di radiazioni solari un giorno avremo zero tra le mani :)

      e fra 2000 anni si ricorderanno di noi come della civilta che non sapeva ne leggere ne scrivere :)

      i supporti sono una cosa seria

      l’informatica in questo senso e’ un danno irreparabile !

      te lo dico da informatico ….
      i supporti ad oggi indistruttibili sono solo la pietra, figuriamoci un bit che fine fa in 2000 anni :)

      • Apreda_Torquato

        In un vecchio romanzo di fantascienza si immaginava che gli esploratori di un pianeta su vi era stata una grande civiltà, poi scomparsa per misteriosi motivi, trovavano moltissime copie di una specie di CD di cui però non riuscivano a ricostruire il codice, finquando uno di loro, guardandolo col miscroscopio si accorgeva che di essi erano stati incisi col Laser non una serie di punti corrispondenti ad una sequenza di bit, ma delle microimmagini analogiche in cui era contenuto il tesoro della loro cultura.
        Per ricostruire il quale bastava mettersi (con santa pazienza) con un microscopio ottico (uno strumento non elettronico e facile da ricostruire dopo il crollo di una civiltà) per ricostruire tutta la loro cultura.
        Questo per dire che non è impossibile fare una copia di sicurezza (meglio molte) di tutta la cultura di una Civiltà e che sia recuperabile con mezzi tecnologicamente modesti nel caso del crollo della stessa, a meno che una catastrofe non la distrugga del tutto.

        • Necronomicon

          e si!
          il materiale bisognerebbe proprio sceglierlo adhoc

          forse l’oro che non deperisce e mi pare nemmeno si ossida troppo

          ma i cd di oggi proprio no hanno una vita di 10 anni

          io sono per la roccia e cmq quando riusciremo a scrivere anche sul dna o leggere sul dna ci divertiremo.

          Tra l’altro Dio sta nei dettagli forse gia’ troviamo scritto qualcosa-…

  • A Bahn

    Se penso a quante foreste sono state sacrificate per Volo o per Moccia, lo urlo a pieni polmoni: W GLI E-BOOKS!

    • Fausto Franzoni

      Anche per AUGIAS! :-)

      • A Bahn

        Naaah, Augias, quando non pretende di dire la sua sul M5S, è anche un bravo storico…

        • zitti lingua in bocca

          Storico del denaro in nero

  • Alessandro Giordano

    E che dire del fatto che molti libri, anche quelli non gratis, li puoi ugualmente scaricare gratuitamente da pirate bay o altri siti bit torrent? E’ una goduria incredibile. E che dire poi di quei libri multimediali che oltre a testo incorporano anche musica e video? Tripla goduria mediale!

  • paolo

    sono contento di leggere che i cinque vantaggi sono assolutamente ridicoli, o meglio forse ci sbarazzeranno di librerie farcite di libri di cucina e tapis roulant di saggistica, spero che dai bambini fino agli universitári non ci si debba portare piú libri dietro, ma per il resto nessuno dei cinque vantaggi intacca l’oggetto libro. Commento l’unico notevole, quello di avere un’intera biblioteca al peso di una bibbia tascabile. Ok, molto valido per tutti coloro che fanno piú di un mese di seguito lontano da casa e in questo mese leggono piú di 10 libri. Ma per coloro che hanno abbastanza materia cerebrale per riuscire a scegliersi i buoni 3 o 4 libri da portare in vacanza o in un viaggio di lavoro, senza paura che elettricitá o sabbia o sole o ladri possano mandare al creatore la biblioteca intera…Forza libro

  • Necronomicon

    bubbole su bubbole !!

    5 buoni motivi per non leggere un e-book:

    1)il formato digitale e’ volatile e non hai acquistato nulla di fisico
    2)ai nostri nipoti in futuro non rimarra una bene amata ceppa tra le mani della nostra libreria personale :)
    3)gli e-book non sono un supporto che dura nemmeno (ad essere buoni) 5 anni
    4)la luce sparata agli occhi non fa certo bene
    5)non puo essere passato ad altri o rivenduto (secondo loro )

    ma per favore qui ci guadagna solo il mondo dell’ignoranza!!! con supporti a costo zero

    • energethic

      1) Se perdi un libro o ti si rovina devi ricomprarlo. In digitale devi solo scaricarlo nuovamente.
      2) i tuoi nipoti dei i tuoi libri non sapranno che farsene e li cederanno a qualche robivecchi insieme a tutto il ciarpame accumulato dai collezionisti/feticisti come te. Nel migliore dei casi scansioneranno quelli che vorranno tenere per ricordo…
      3) i materiali recuperati dai supporti elettronici vengono reimpiegati in molti ambiti produttivi. La carta può solo fare la carta e per riciclarla bisogna lavarla dagli inchiostri con solventi organici…
      4) mettiti gli occhiali da sole…
      5) se non sai condividere online è un problema solo tuo. Il resto del mondo digitale si.
      Non si capisce qual’è il mondo ignorante che ci guadagna. Se i supporti sono a costo zero saranno di più le persone che potranno accedervi. Il libro è dove lo tieni tu, l’ebook è online a disposizione di tutti…egoista!

      • Necronomicon

        share?
        apparte che se compri un e-book non hai alcun diritto di sharizzare . ma viva lo sharing anche per me.

        Il mio discorso e’ molto piu’ alto di quello che stai dicendo tu!

        io parlo del futuro

        se non sai cosa siano i supporti e non sai la teoria dei supporti ( non ci vuole tanto per arrivarci) nel futuro non rimarra’ nulla !

        I supporti cambiano ogni 10 anni in media

        l’unica parola che rimane scritta nei millenni e’ nella la roccia e se vuoi aggiungiamoci anche carta non certo nei BIT.

        se tu avessi un bellissimo libro su un 5 pollici di 20 anni fa sapresti farmi una copia?

        ho 40 anni e vivo nell’informatica e l’informatica lho vista nascere e ci lavoro!
        se mi permetti ti posso dire che il mantenimento dell’informazione e’ un’utopia sempre piu’ lontana nell’informatica.

        Tra 10000 anni dei tuoi bit si faranno grasse risate!
        …ma forse un libro potranno provare a tradurlo e rimetterlo in sesto ;)

        • energethic

          Personalmente io vivo come una benedizione la perdita dei supporti. Non amo le “cose” in generale e sono abbastanza ottimista per il futuro, anche se probabilmente dovremo (i nostri nipoti) lasciare questo pianeta. Se poi vogliamo andare all’origine della trasmissione della conoscenza allora l’unica certezza che ci rimane è nella memoria e nella trasmissione orale. Se quello che ti preoccupa è ciò che lascerai ai tuoi nipoti, raccontagli tu qualche storia. Altrimenti loro vivranno ciò che sarà dato loro di disporre…Personalmente è l’ultimo dei miei pensieri!
          Se poi devo preoccuparmi in questo senso vedo molto peggio la minaccia religiosa e umana in generale (vedi Santa Inquisizione e censure a vario titolo) che a suo tempo dei libri ne fece un bel falò…riservandosi i’esclusiva della conoscenza!

          • Necronomicon

            Quindi sei daccorto che un bit e’ corruttibile e non palpabile
            mentre nero su bianco e’ tutt’altra cosa
            e qui chiudo ;)

  • Marco Tullio Lenti

    Va quasi tutto bene quanto detto, ma ho già abbastanza elettronica in casa e aggiungere altre cose oltre al computer mi sembra una forzatura. Peferirei avere un software adeguato e leggere i libri dal mio PC come faccio già adesso con molti file pdf oppure con l’abbonamento in linea.
    Non mi sembra di chiedere troppo viste le attuali tecnolgie.